«Vedere la scienza», viaggio sulla Luna

È l’astronomia a dare il via alla rassegna: in programma film classici e recenti dedicati allo Spazio

Settimana dedicata al sapere scientifico e alle principali scoperte ad esso collegate. Da oggi al primo aprile, infatti filmati, famose pellicole cinematografiche e conferenze animeranno l’iniziativa, interamente ad ingresso libero, «Vedere la scienza» allo Spazio Oberdan, via Vittorio Veneto 2 che abbraccia dalla Fisica alla Medicina, dalla Biologia all’Astronomia. Organizzata dall’Istituto di Fisica Generale Applicata dell’Università degli Studi di Milano, la manifestazione, si lega a due importanti anniversari. Il centenario dalla nascita dello studioso milanese Giuseppe Occhialini, studioso che scomparso nel 1993, ha contribuito in maniera fondamentale allo sviluppo della fisica spaziale ed il lancio in orbita, nel 1957, dalla Russia, dello Sputnik, primo satellite artificiale della storia. E sarà proprio l’astronomia a dare il via alla lunga serie di appuntamenti. Oggi giornata inaugurale, alla quale parteciperanno varie personalità tra cui l’assessore alla Cultura della Provincia, Daniela Benelli, dalle 9.30 in poi verranno proiettati documentari e fiction. Tra cui «La corsa allo spazio-alla conquista della Luna» ambientata ai tempi della Guerra Fredda nella sfida russo-americana per aggiudicarsi il primato dello sbarco sull’astro e «I viaggi verso i mari di Marte» special contente le immagini scattate nel 2003 sul Pianeta Rosso dalla sonda spaziale Mars Express. A seguire, ogni giorno, toccherà a dibattiti e conferenze ad opera di esperti e docenti universitari. Sempre oggi parleranno gli astrofisici dell’Università Marco Bersanelli e Giorgio Sironi, martedì, sarà la volta del fisico Lino Miramonti mentre mercoledì si passerà alla Fisiologia col professor Giuseppe Miserocchi per poi concludere con la biotecnologia Elena Cattaneo. Ma c’è questo e molto altro. Per info: www.brera.unimi.it/festival o allo 02-50314680.