Vedi Napule (mettila in musica) e po’ mori!

«Il film trasporta lo spettatore in piena ebbrezza partenopea, dal Vomero a Posillipo, da Santa Lucia alla baraonda frenetica di Piedigrotta. Ad accompagnare le proiezioni alcune tra le più belle canzoni di quest'anno, cantate da dieci ottimi artisti. La parte musicale è arricchita da tutta la caratteristica strumentazione napoletana: mandolini, chitarre, triccabalacche, scetavajasse caccavelle e tammorielli…». Così La Stampa presentava la première torinese nel dicembre 1925 di Vedi Napule e po' mori!, uno dei grandi successi del cinema muto, reso celebre dall'interpretazione di una diva dell'epoca, Leda Gys, e dalla straordinaria partecipazione degli spettatori coinvolti in una sorta di karaoke collettivo ante litteram, restaurato dalla Fondazione Cineteca Italiana.
Per celebrare il recupero di una pellicola ormai rarissima, la Cineteca ha organizzato per stasera allo Spazio Oberdan un evento speciale con due proiezioni nel corso delle quali le immagini saranno musicate dal vivo dal duo jazz formato dalla cantante Petra Magoni e dal contrabbassista Ferruccio Spinetti. Una coppia molto apprezzata da critica e pubblico che, attraverso il progetto «Musica Nuda», mette al centro il suono di una voce (virtuosa e versatile) e di un contrabbasso per andare al nocciolo della melodia e della pura emozione. Per l’occasione, Magoni-Spinetti, a proprio agio quando si tratta di cimentarsi con repertori inediti quanto inaspettati (due anni fa incisero l'album Quam Dilecta con versioni della Ninna Nanna di Brahms, dell'Ave Verum di Mozart), alterneranno le sonorità profonde e intense del proprio progetto ai brani della tradizione partenopea. Un appuntamento unico, appositamente pensato per la Cineteca, che precederà l'uscita del nuovo lavoro Musica Nuda 51/21.
Musica Nuda

e «Vedi Napule e po' mori!»
Spazio Oberdan
stasera, ore 20 e 21.45
Informazioni 0277406300