Vedova Allegra al Nuovo, prima sera tutto esaurito

Nuova versione dell’operetta. Da oggi altri 200 ingressi gratuiti

Il Teatro Nuovo ospita l'operetta regina, ovvero, La vedova allegra di Franz Lehár in una nuova versione. Il ruolo dell'affascinante vedova tocca al giovane soprano Tiziana Scaciga Della Silva che si alterna fra opera e operetta. Molto più «nostrano» è il nome di Danilo in questione: Evans Tonon. L'Orchestra, importante - e spesso sacrificata per contenere i costi - è composta dai Solisti dell'Orchestra Filarmonica di Milano che, nata nel 2002, è formata da neodiplomati del Conservatorio e dell'Accademia di perfezionamento dei professori d'Orchestra del Teatro alla Scala. Ancora una volta la vecchia operetta va in aiuto dei giovani. Hanno fatto molto bene gli organizzatori a non accontentarsi della famigerata base di orchestrine di pochissimi elementi. Chi esce dal Conservatorio ha strettamente bisogno di misurarsi musicalmente e, non solo per i cantanti, La vedova allegra è un ottimo trampolino. Questa operetta - sempre amatissima - è stata programmata in seguito al successo di pubblico riscosso dalle opere allestite l’estate scorsa al Castello. La serata di stasera è un omaggio che l'assessorato al Turismo di vuol fare ai milanesi. I 400 biglietti gratuiti sono andati a ruba (spettacolo già esaurito) per questo sono in distribuzione altri 200 biglietti per le serate di sabato e domenica (da ritirare in via Bagutta 12 a partire dalle 10 di questa mattina. Info: 02-795.892). Questa edizione della Vedova Allegra vede anche la partecipazione Paola Molinari, come Valencienne e di Pippo Veneziano come Camillo. L'allestimento - curato da «Il Teatro dell'Opera di Milano», è una nuova realtà nel panorama musicale milanese ed è a questa innovazione che si deve l'allestimento. Il tutto è diretto dal regista Mario Migliara che, per l'occasione, rivestirà il doppio ruolo del regista e attore, interpretando, il barone Zeta. Il programma promette tutti i più classici elementi dell'operetta europea: umorismo, intrecci amorosi, colpi di scena scanditi dalla musica e sottolineati dalle scenografie ispirate allo charme della Belle époque.
Massimiliano Orsatti, assessore al Turismo, assicura che è stato fatto il possibile per assicurare al pubblico buon gusto, buona esecuzione musicale e ottimi cantanti per una serata divertente in compagnia di una Regina, quella magica delle operette: La vedova allegra.
La Vedova Allegra
teatro Nuovo
stasera e sabato ore 21
domenica ore 16