Veggente estorce tre milioni alla ex del sultano

da Londra

Ha versato più di 3 milioni di euro a una chiromante, come regali a un principe azzurro inesistente. È l’incredibile truffa subita dall’ex moglie del sultano del Brunei. La donna, Mariam Aziz, divorziò dal sultano, uno degli uomini più ricchi del mondo, nel 2003 e poco tempo dopo incontrò in un casinò Aviva Amir, un’irachena ora cittadina israeliana.
La chiromante riuscì a diventare amica della ricca divorziata e promise di presentarle un nuovo principe azzurro. L’ex moglie del sultano non incontrò mai il presunto innamorato, ma parlò diverse volte al telefono con lui e, tramite la chiromante, gli mandò regali per la favolosa cifra di 3 milioni di euro. Quello che la povera Mariam non sapeva però era che l’uomo con cui credeva di parlare era in realtà la stessa chiromante con la voce contraffatta, ed era sempre lei ovviamente a beneficiare di tutti i regali dell’ex sovrana.
La truffa è avvenuta nel 2004, ma i dettagli sono emersi solo dopo il processo perché il sultano aveva chiesto ai magistrati l’anonimato per la ex moglie. I giudici della corte d’appello di Londra tuttavia non hanno rispettato la richiesta, perché l’episodio, seppure imbarazzante, secondo loro non lede direttamente la reputazione del sultano.