La vela azzurra salpa dal Ducale per conquistare l’oro di Pechino

La «ligure» Alessandra Sensini al timone della squadra

C'era anche la trentottenne e campionessa mondiale di windsurf Alessandra Sensini, ieri mattina, insieme agli altri diciassette olimpionici di vela che rappresenteranno l'Italia alle olimpiadi cinesi. La numero uno azzurra è stata presentata insieme alla squadra nazionale olimpica a Palazzo Ducale dai vertici del Coni e dal presidente della Federvela Sergio Gaibisso. La bionda e riccioluta enfant prodige della tavola, medaglia d'oro a Sydney, di bronzo a Atene, prima ai mondiali Mistral nel 1997, 2000, 2002, 2004, seconda nella categoria RS XF l'anno scorso e campionessa italiana in carica, non si è spostata di molto per venire alla presentazione ufficiale genovese. L'atleta azzurra si sta allenando da una decina di giorni nelle acque liguri. Davanti al bagnasciuga di Bordighera, dove risiede il suo allenatore Paolo Ghione, sta provando le ultime mosse, a un mese dal via dei giochi olimpici, per portare il suo windsurf alla vittoria.
«Da qualche giorno sono a Bordighera, in Liguria, dove mi trovo benissimo - spiega la recordwoman toscana - qui riesco a rilassarmi e a concentrarmi veramente pensando al podio olimpico di Qingdao, la località marina più vicina a Pechino dove si svolgeranno le gare di vela. Tornerò in Toscana per alcuni giorni, ma prima di partire per la Cina, penso di allenarmi ancora a Bordighera. Speriamo che mi porti fortuna. Il campo di gara di Qingdao non è facile. È molto tecnico. Sarà durissima, ma i risultati di questi ultimi quattro anni mi fanno sperare in una medaglia. Una previsione, tuttavia, non è facile, perché le gare olimpiche sono un terno al lotto. Comunque ce la metterò tutta per vincere».
Oltre alla capitana azzurra, ligure di adozione sportiva, gli atleti che rappresenteranno la nostra regione in Cina sono il timoniere Diego Negri, di Sestri Levante, e il prodiere Luigi Viale, di Imperia, che correranno nella classe Star di vela. Il timoniere Francesco Marcolini, genovese, per la classe Tornado. I fratelli di Albenga Pietro e Gianfranco Sibello, campioni della classe 49er. L'altro velista di Albenga Giorgio Poggi, per la classe Finn.
Gli altri atleti azzurri sono Chiara Calligaris, Francesca Scognamillo, Giulia Pignolo, per la classe Yngling, Edoardo Bianchi, per la classe Tornado, Gabrio Zandonà e Andrea Trani, per la classe 470M, Giulia Conti e Giovanna Micol, per la classe 470F, Diego Romero Paschetta, per la classe Laser, Larissa Nevierov, per la classe Laser Radial, Fabian Heidegger, per la classe RS XM.