Vela, Luna Rossa e Bmw in testa alla Vuitton Cup

Valencia - Mascalzone Latino-Capitalia Team, anche quando non gareggia, come è avvenuto oggi, riesce a vincere lo stesso. Il perché è presto detto: se è vero che lo scafo di Vincenzo Onorato, in futuro, dovrà duellare con Desafio Espanol per conquistare un posto nella semifinale della Louis Vuitton Cup, la sconfitta subita oggi dai padroni di casa alla lunga potrebbe fare la differenza. Soprattutto se sommata al successo, assolutamente insperato (anche se fino a un certo punto) di venerdì scorso contro i fortissimi neozelandesi di Emirates.
Sorprese La Louis Vuitton di Valencia si conferma la coppa delle sorprese, dopo i numerosi giorni di rinvii per assenza di vento (5) e i verdetti non proprio conformi ai pronostici della vigilia. Almeno per quanto riguarda alcuni dei team in lizza. Un altro grande rovescio stava maturando oggi, ma Bmw Oracle Racing, dopo essere stato dietro la poppa di Shosholoza per più di mezza regata, alla fine è riuscito a perfezionare un prepotente sorpasso, regalandosi altri due punti che lo avvicinano verso le semifinali. A far pendere l'ago della bilancia a favore dello scafo mezzo tedesco e mezzo americano un'ammainata disastrosa dei sudafricani, avvenuta nei pressi della boa. Una volta perso lo spinnaker, gli uomini del comandante Sarno non sono riusciti a tenere più il passo degli avversari, che hanno spiccato il volo.
Tangone spezzato - Un altro episodio casuale ha favorito il successo di Areva, che comunque ha disputato un'ottima regata: gli spagnoli hanno spezzato il tangone, rimediando un distacco rivelatosi poi incolmabile. Desafio ha dimostrato di essere in possesso di una barca più veloce rispetto a quella transalpina, ma non è riuscito a sconfiggere il destino che, in maniera assai beffarda, lo ha penalizzato in maniera irreparabile. Assieme a Mascalzone Latino-Capitalia, che domani in aperturà si giocherà più di mezza semifinale con gli spagnoli (il match race si sarebbe dovuto disputare oggi, ma il quarto Flight è stato rinviato a domani per assenza di vento), ride Luna Rossa Challenge, che oggi ha conquistato il terzo successo in altrettante sfide. Lo scafo dello skipper Francesco de Angelis fino a questo momento è apparso perfetto, inattaccabile, perché taglia le onde in modo veloce ed efficace. Finora, però, la Luna di Telecom-Prada ha mietuto vittime di medio e basso profilo tecnico. Ora è atteso, però, da un paio di sfide che potranno svelare il suo reale valore: contro Shosholoza, che è un'imbarcazione da non sottovalutare mai, e contro Bmw Oracle, che lo affianca sulla vetta della classifica provvisoria. Luna Rossa dovrà dare dimostrazione di forza, affidabilità e competitività. Tutti a questo punto la aspettano nel mare di Valencia.
Male +39 L'unica barca italiana a uscire nettamente sconfitta da queste prime regate è +39 Challenge, oggi in gara per la prima volta con l'albero riparato, dopo la collisione con i tedeschi nelle regate di flotta dell'Act 13, l'ultimo prima dell'inizio della Louis Vuitton Cup. I gardesani occupano senza alcuna gloria il penultimo posto in classifica: alle loro spalle hanno solo tedeschi e cinesi. Domani riposeranno e poi avranno di fronte Mascalzone Latino-Capitalia Team in un derby il cui esito appare scontato, anche se forse solo sulla carta.