Veltroni bocciato in lettere La sua casella è stracolma

Ormai è chiaro, l’onorevole Veltroni ha un urgente bisogno di un addetto alla corrispondenza che ogni mattina salga le scale di Montecitorio, vada al primo piano, nella stanza del casellario dei deputati e ritiri la posta dalla sua casella (la 646, nella foto) stracolma di fogli e lettere, tanto che i commessi non sanno più come fare. Evidentemente tutti i suoi impegni in aula e al partito, i romanzi da scrivere senza sosta, le (poche) ospitate televisive, non gli consentono di assolvere a questa mansione. Fra tutti quei fogli potrebbe anche nascondersi una comunicazione urgente di Bersani, ad esempio. Forse sarà per questo che Veltroni non ritira più la sua posta?