Veltroni fa lo sbirro su Pasolini mentre il Pd annaspa nei guai

Tra Big bang, cartoline, meccanici e rottamatori, il Pd è nel caos. Ma Walter Veltroni ha un modo per distrarsi dalle amarezze presenti: veste i panni dell’investigatore per indagare sui grandi misteri del passato. Ieri è stata la volta dell’omicidio Pasolini: l’ex sindaco (nella foto con lo scrittore), a 36 anni dalla sua morte, ha scritto su Facebook: «Per Pier Paolo, che non fu ucciso solo da Pelosi. Io so, ma non ho le prove». Veltroni ha anche pubblicato un libro su Alfredino Rampi inghiottito da un pozzo a Vermicino e Roberto Peci, ucciso dalle Br per ritorsione. Se per ritirarsi dalla politica Veltroni non sognasse l’Africa potrebbe farsi scritturare da Lucarelli per Blu Notte.