«Veltroni? Preferisco non giudicarlo...»

Non risparmia critiche a nessuno Massimo D’Alema (nella foto), dalla questione palestinese alla riforma contrattuale. Eppure, intervistato da Beppe Severgnini su Sky Tg24, l’ex primo presidente del Consiglio comunista, preferisce glissare sull’attuale conduzione del Partito democratico da parte di Walter Veltroni. «Siamo cresciuti assieme... per me è complicato formulare giudizi sulla sua persona», ha cercato di sfuggire allo scomodo quesito sulle differenze caratteriali tra se stesso e «Uolter». «È difficile - ha insistito, pur di passare alla domanda successiva - lo conosco da un’infinità di anni e con alterne vicende credo che ci sia tra noi un rapporto di amicizia, non solo di comune vicinanza politica».