Veltroni:"Governo troppo debole". Il Pdl insorge: "Ha fatto un autogol, chieda scusa"

"La scarcerazione dei teppisti
responsabili dei gravi incidenti - ha dichiarato il leader del Pd -, è
un fatto gravissimo". Dure repliche del Pdl, Mantovano: "Ha fatto un autogol". Gasparri: "Se la prenda con i magistrati"

Roma - Il leader del partito demcratico prende posizione contro la scarcerazione dei cinque ultras arrestati per i tafferugli avvenuti, prima e dopo, la partita Roma - Napoli. "La scarcerazione dei teppisti responsabili dei gravi incidenti è un fatto gravissimo. Il segnale che si lancia è pesantemente negativo. Evidentemente dagli atti del governo si evince una morale: duri con quelli che non votano come gli immigrati e deboli con quelli che votano". Lo ha dichiarato il segretario del Partito democratico, Walter Veltroni. "Così i teppisti - ha proseguito Veltroni -, che usano il calcio come pretesto per le loro bravate, per aggredire e seminare paura tra i cittadini, anche quando sono identificati e presi restano dentro per poche ore. Questa certezza di impunità non fa altro che perpetuare e coprire il loro agire".

Mantovano: "Veltroni ha fatto autogol" L'uscita di Veltroni provoca una levata di scudi da parte del Pdl. "Il governo debole con chi vota? Poiché parliamo di calcio, quello di Veltroni mi sembra un autentico autogol". Lo dichiara il sottosegretario all’Interno, Alfredo Mantovano, commentando, in un’intervista a Sky Tg24, le dichiarazioni del segretario del Pd che ha accusato il governo di usare il pugno duro solamente nei confronti degli immigrati. "L’onorevole Veltroni - aggiunge Mantovano - conosce bene il principio di separazione dei poteri e sa altrettanto bene che non può attribuire al governo la responsabilità che in questo caso è del giudice. Ha fatto un autogol perchè fornisce il più formidabile argomento a favore della riforma della giustizia che il centrodestra intende realizzare in questa legislatura e contro l’opposizione aprioristica che lo stesso Pd ha tentato finora di mettere in piedi condizionato da Di Pietro".

Capezzone: "Si scusi per la figuraccia" "Dopo la figuraccia di oggi, cioè dopo aver assurdamente imputato al governo responsabilità che sono della magistratura, Veltroni farebbe bene a scusarsi». Lo afferma Daniele Capezzone, portavoce di Fi, secondo il quale le scuse del segretario del Pd dovrebbero arrivare «per due ragioni. La prima - dice - è il clamoroso svarione in cui è incorso: se esiste la separazione dei poteri, è stravagante pretendere che sia il governo a rispondere di alcune scarcerazioni. La seconda è che se per il Pd bisogna cambiare le norme, questa è una ennesima prova della necessità di quella riforma della giustizia a cui Veltroni e soci si sono finora opposti. In entrambi i casi, come si vede - conclude Capezzone - il discorso di Veltroni non regge".

Gasparri: "Se la prenda con i magistrati" Attacca anche il presidente dei senatori del Pdl. "Veltroni fa patetica demagogia. Per le scarcerazioni facili degli ultrà violenti perchè non se la prende con la magistratura? La colpa è loro. Il precedente governo Berlusconi ha varato con coraggio norme severe. Fu la sinistra, allora, a schierarsi dalla parte dei violenti. Ora si farà tutto il necessario per stroncare una violenza intollerabile. Dalla criminalità ai clandestini, dalla droga agli stadi, la nostra regola è una sola: tolleranza zero contro l’illegalità".