Vende alberi di tek Multato dalla Consob

da Milano

Vendeva alberi in tek e la Consob lo ha multato per 75mila euro. Non sono ragioni ambientali ad aver fatto finire nei guai Kurt E. Meier, ad della Prime Forestry Switzerland, società con sede a Zurigo e attiva attraverso controllate a Panama, in Canada e in Irlanda, bensì un’attività che la Commissione ha valutato come «sollecitazione all’investimento», da svolgere quindi secondo le regole, soprattutto a livello informativo, previste per l’offerta al pubblico di prodotti finanziari.
Secondo quanto emerge dall’ultimo bollettino dell’autorità guidata da Lamberto Cardia, la società svizzera proponeva anche a investitori italiani contratti denominati «purchase and service» attraverso i quali il cliente acquistava la proprietà di alberi di tek e conferiva alla Prime Forestry un mandato per il mantenimento e lo sfoltimento delle piante nonché la raccolta e la vendita del legname il cui ricavato sarebbe stato remunerato all’acquirente in base al numero degli alberi comprati. I proventi netti della vendita avrebbero garantito, secondo la società, «un rendimento annualizzato del 14% e più». All’offerta hanno aderito nell’arco di un paio di anni 124 soggetti residenti in Italia.