Vende la Palatine alla francese Cnce

Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo ha esercitato l’opzione di vendita (in gergo put) nei confronti di Caisse Nationale des Caisses d’Epargne (Cnce) relativamente all’intera partecipazione del 36,36% detenuta in Banque Palatine al prezzo di 367,4 milioni. L’opzione era inclusa negli accordi siglati al momento della cessione da parte di Sanpaolo Imi a Cnce del 60% di Banque Sanpaolo (poi ridenominata Banque Palatine) finalizzata nel dicembre 2003. L’operazione ha effetti sostanzialmente neutro sul conto economico consolidato della superbanca presieduta da Giovanni Bazoli e guidato dall’amministratore delegato, Corrado Passera.