Vendetta con lo spray contro il re dei graffiti

Gioia Locati

Si è presentato all’inaugurazione in completo blu armato di una bomboletta spray. Ha aspettato che gli ospiti si accomodassero nell’enoteca Gav di via Accademia, teatro del vernissage dell’artista graffitaro «Bros». E ha messo a segno il suo piano. Una scarabocchiata sul primo quadro che gli è capitato davanti: «www maialart.com» lasciando esterrefatti i presenti. «Guardate che cosa ha fatto, non ci posso credere» ha urlato Daniele, 24 anni, in arte Bros. «Chiamate la polizia, i carabinieri, il 118». Lui, l’autore del gesto è un cinquantaquattrenne che non cerca pubblicità. «Voglio però dire chiaro che non mi sta bene che ci sia gente libera di imbrattare i muri e che questa illegalità sia fatta passare dalla cultura dominante come arte». Questo in sintesi, il significato del gesto. (...)