Vendite sprint, ma Irisbus lascia Avellino

Fiat Industrial, che include la divisione camion Iveco, ha deciso di chiudere lo stabilimento della controllata Irisbus nell’Avellinese, suscitando un vespaio di polemiche. La motivazione adottata dal Lingotto riguarda la mancanza di ordini di autobus da parte degli enti locali. È comunque singolare che proprio ieri un comunicato diffuso dal Centro Studi Promotor GL events rileva come, in agosto, le vendite di autobus in Italia siano salite del 36 per cento. Niente male. «Queste immatricolazioni - precisa la nota - erano state particolarmente penalizzate negli ultimi anni». Intanto, però, lo stabilimento Irisbus di Valle Ufita chiude. C’è qualcosa che stride, forse.