Vendite su Fastweb

Grazie al risiko bancario, Piazza Affari ha fatto meglio delle altre Borse europee. Gli indici principali crescono intorno allo 0,4%, mentre l’AllStars si è apprezzato solo dello 0,19%. Gli scambi «girano» su livelli molto elevati, e la quota dei 10 miliardi di controvalore viene confermata quasi tutti i giorni. A sostenere l’attività ci provano le banche. È di ieri la conferma del «merger» tra Pop. Milano ed Emilia Romagna, con quest’ultima in rialzo di quasi il 2%. Più irregolari le oscillazioni per Unicredit-Capitalia, mentre correggono Intesa e Mediobanca. Si rafforzano i titoli assicurativi, riprendono a salire le azioni del gruppo Pirelli (più 2,9%) e la holding Camfin (più 3,7%). Fiat si mantiene salda sopra quota 21 euro, ma arretra Fastweb (meno 2,5%) dopo il riacquisto delle azioni. Chiudono in rialzo Finmeccanica (più 3,8%) e Indesit (più 3,5%), mentre oscillano nei due sensi le blue chip dei titoli energetici.