Vendite su Infineon a Francoforte

Giornata interlocutoria nelle Borse mondiali per lo stop della Borsa di New York (a un’ora dalla chiusura meno 0,5% il Dow Jones, meno 0,1% il Nasdaq), in attesa che venga meglio definita la politica monetaria Usa. Tonfo di Eyetec Pharma, in calo del 40%, alla notizia dei buoni risultati nella ricerca di un farmaco della concorrente Genentech, che guadagna solo il 3%. Le vendite hanno preso di mira anche i grandi magazzini, con Dillard che arretra dell’8,5%. Positivo il settore delle utilities, con Dynegy in crescita dell’1,6% e Calpine del 3%. In «rosso» anche General Motors (meno 2,5%), dopo l’abbassamento del rating. In Europa presi di mira i titoli delle telecomunicazioni, con l’indice di settore in calo del 2%. Colpita soprattutto Vodafone, che a Londra arretra del 4,2%, ma crescono i minerari; a Francoforte le offerte hanno penalizzato Infineon (meno 2,2%). Bene i finanziari con Deutsche Boerse in progresso dell’1,2% e Commerzbank dell’1,4%. A Zurigo in forte rialzo Roche (più 2,8%).