Il vendoliano profana il tempio di Nichi e cerca voti per il Pdl

Tradimento, alto tradimento. A Casamassima, provincia di Bari, Sinistra e libertà, il partito di Nichi Vendola, tradisce il suo leader nazionale e sgambetta il Partito democratico. Il candidato di Sel, Carlo D’Addabbo, ha infatti annunciato di non voler seguire, al ballottaggio, le indicazioni del suo capo, che gli aveva «ordinato» di appoggiare l’aspirante sindaco del Pd. Il diniego opposto da D’Addabbo a Nichi non è da poco, se si pensa che al primo turno il centrodestra ha avuto il 45% dei consensi e il centrosinistra il 21. Ragione per cui l’11,5% totalizzato da Sel al primo turno potrebbe diventare determinante per la vittoria del candidato Domenico Birardi detto Mimmo. Ma nemmeno il rischio di favorire la vittoria del Pdl (che pubblicamente ringrazia) basta a far cambiare idea al candidato di Sel, che preferisce snobbare il governatore pugliese piuttosto che appoggiare Alessio Nitti del Pd.