Venerdì il salone di Los Angeles Fiat torna in Usa con la Cinquecento

È affidato alla «piccola» Fiat Cinquecento il ritorno del Lingotto negli Stati Uniti dopo 27 anni di assenza. L’appuntamento è al Salone dell’Auto di Los Angeles che aprirà le porte venerdì 19 novembre, con oltre cinquanta nuovi modelli e più di 900 veicoli esposti. Durante il salone grande rilievo sarà dato alle auto elettriche: la California sarà uno dei principali mercati per questi veicoli e la Chevrolet Volt e la Nissan Leaf sono le prime ad arrivare.
Per General Motors la Volt rappresenta anche un cambio di marcia, mentre il gruppo di Detroit si appresta a tornare in Borsa dopo il piano di salvataggio pubblico. Il prezzo delle azioni per la quotazione dovrebbe essere deciso il 17 novembre ma, secondo indiscrezioni, si posizionerà nella parte alta della forchetta pari a 26-29 dollari. Non è escluso che i titoli possano superare i 30 dollari, visto sia i buoni risultati trimestrali di Gm sia la prospettiva di un ritorno all’utile nel 2010 su base annuale per la prima volta dal 2004. La cinese Saic potrebbe poi sfruttare l’Ipo per entrare nel capitale di General Motors, seguita da alcuni fondi sovrani asiatici e medio orientali che metterebbero sul piatto un miliardo di dollari.
Tornando al gruppo Fiat-Chrysler, l’ad Sergio Marchionne presenterà a Los Angeles dodici nuovi modelli, tra cui appunto la Fiat 500, prodotta in Messico e con impresso nel logo la scritta «Cinquecento», così da obbligare i consumatori americani a pronunciarne il nome per intero.