Venerdì sciopero dei mezzi pubblici

Nuovo stop della circolazione dei mezzi pubblici. È previsto venerdì prossimo, quando potrebbero scioperare i dipendenti dell’Atm aderenti alle organizzazioni sindacali Al Cobas, Cub trasporti, Sama, Faisa, Confail e Fildiai-Cildi. A renderlo noto è la stessa Atm in una nota.
L’azienda che gestisce il trasporto urbano assicura, comunque, il rispetto delle fasce protette. In particolare, i mezzi circoleranno regolarmente dall’inizio del servizio alle 8.45, e dalle 15 alle 18. Il personale potrà, quindi, astenersi dal turno di lavoro dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Per quanto riguarda invece ausiliari della sosta, addetti al servizio Radiobus e tutor di linea, queste categorie potranno incrociare le braccia per l’intera giornata.
Per il momento è difficile prevedere l’entità dei disagi. L’azienda sottolinea, infatti, che data la discrezionalità di ogni singolo dipendente di aderire allo sciopero, non è possibile anticipare di quanto il servizio sarà ridotto. Atm precisa, a questo proposito, che in occasione di precedenti scioperi organizzati da queste sigle sindacali, non si è verificata la temuta paralisi della circolazione sulle tre linee della metropolitana, ma solo limitati disservizi sulle linee di superficie. L’ultimo stop dei mezzi urbani risale allo scorso 30 novembre. Nell’occasione era stato proclamato da Cgil, Cisl e Uil e aveva creato qualche disagio, ma non la paralisi.