Veneto Galan: «Abbiamo anticipato la legge»

«Abbiamo anticipato il provvedimento del governo». È soddisfatto il governatore del Veneto Giancarlo Galan, per il via libera della giunta regionale al disegno di legge che interviene a sostegno del settore dell’edilizia e promuove le tecniche di bioedilizia utilizzando le fonti di energia alternativa e rinnovabile. In buona sostanza le misure che il governo prenderà in uno dei prossimi consigli dei ministri. «Ho concordato con Berlusconi e Letta - ha spiegato Galan - le direttive del prossimo provvedimento governativo ed avendo la certezza che non ci saranno sorprese, abbiamo anticipato in Veneto le linee operative».
Galan ha spiegato che in questo modo i cittadini saranno invogliati a investire i loro risparmi e, così, a ridare vivacità all’economia. Non solo «ammoderneremo il Veneto, magari buttando giù qualche capannone industriale ormai inservibile e costruendone di nuovi». Galan ha poi aggiunto che le misure serviranno per «introdurre aspetti tecnici innovativi nella edilizia».
Il disegno di legge sarà «una spinta importante per un settore in difficoltà e una straordinaria occasione di far ripartire l’economia. Sarà una delle vie venete per combattere la crisi» ha aggiunto Galan assicurando che i centri storici non saranno toccati: «Questa legge è un invito alla gente che tiene i soldi sotto il materasso a migliorare la propria casa ed è un intervento che fa bene al privato e al collettivo».