Venezia chiede lo stato di calamità

Il sindaco di Venezia Massimo Cacciari ha chiesto il riconoscimento di stato di calamità naturale per affrontare i primi risarcimenti legati ai danni causati dall'eccezionale quantità di pioggia, circa 130 milimetri, abbattutasi sul capoluogo lagunare e su Mestre nelle ultime ore. La zona di Venezia, infatti, è stata la più colpita dal maltempo che si è abbattuto sull’Italia. Proprio nella provincia lagunare sono attualmente impegnate 37 squadre dei vigili del fuoco provenienti anche da altre province e 15 di volontari. A quest'ultime si stanno aggiungendo anche formazioni provenienti da Comuni limitrofi.