Venezia: turista con velo lasciata fuori dal museo

Una donna che indossava il niqab, un velo che lascia scoperti solo gli occhi, non è stata fatta entrare nel palazzo di Ca Rezzonico. Il conservatore del museo: "Un grave errore, prenderemo provvedimenti"

Venezia - Porta il velo e non può entrare in un museo. È successo a Venezia, dove a una donna che indossava il niqab, che lascia scoperti solo gli occhi, è stato impedito di entrare nelle sale di Cà Rezzonico, il palazzo sul Canal Grande che ospita il museo del settecento veneziano.

Col velo non si entra
La donna, accompagnata dal marito e dalla figlia, è stata fermata dopo avere tranquillamente pagato il biglietto alla cassa. Quando è salita ai piani superiori per visitare il museo è stata invitata a togliersi il velo o a restare fuori per motivi di sicurezza.

Le scuse del museo
"E stata la libera iniziativa di un guardiano, che ha commesso un grave errore - ha dichiarato ai quotidiani locali - Prenderemo provvedimenti", ha detto, prendendo le distanze, il conservatore del museo Filippo Pedrocco. Per questioni di sicurezza - ha proseguito Pedrocco - a Carnevale, per esempio, le persone che entrano mascherate vengono invitate a scoprirsi il volto, ma la regola va interpretata e in questo caso, dice, "la signora aveva tutto il diritto di visitare il museo".