Venezuela Il pressing degli alti funzionari: «Chavez ti devi dimettere»

Sono giorni difficili in Venezuela per il presidente Hugo Chavez: il suo governo perde i pezzi, viste le recenti dimissioni del vicepresidente e di un ministro, oltre al governatore della banca centrale, e la richiesta di dimissioni lanciata nelle ultime ore da un nuovo gruppo di opposizione chiamato Polo Costituzionale e composto da ex funzionari del governo. In una lettera pubblicata a Caracas, alcuni ex ministri e politici in passato molto vicini al leader bolivariano, hanno chiesto di rinunciare perché - affermano - dopo undici anni al potere «Chavez non ha legittimità né capacità per governare». Qualche giorno fa hanno abbandonato «per ragioni personali» il governo sia il vicepresidente Ramon Carrizalez sia la moglie Yubiri Ortega, ministro dell’Ambiente. La stessa cosa ha fatto anche il presidente della banca centrale, Eugenio Vazquez Orellana. La scorsa domenica, durante il suo programma radio Alòpresidente, Chavez aveva negato che il suo governo fosse in crisi, sfidando gli oppositori a convocare un referendum per revocare il suo mandato.