Vengono a sfrattarlo Pensionato si toglie la vita

Non si era rassegnato a lasciare l’appartamento, dove viveva da anni in affitto, neppure dopo la comunicazione dello sfratto e quando alla porta della sua abitazione, a Foresto Sparso (Bergamo), ieri si è presentato l’ufficiale giudiziario con i carabinieri per convincerlo ad abbandonare i locali: ha preso una pistola e si è sparato alla testa. Così è morto Delfino Belotti, 70 anni. L’uomo prima ha minacciato di farsi saltare in aria, davanti all’ufficiale giudiziario e ai militari, poi ha impugnato un revolver e si è sparato un colpo alla tempia. A nulla sono serviti i soccorsi che i militari gli hanno prestato; l’uomo è infatti morto all’istante. Descritto come una persona solitaria e schiva, il pensionato viveva da solo dopo la separazione dalla moglie.