«Veniamo noi a Roma da te, miscredente...»

Ankara. «Il Papa miscredente attenda ancora un po’ e non dovrà incaricarsi di venire in Turchia perché saremo noi a venire a Roma»: è questo il messaggio inserito nei forum islamici su Internet a firma Yalmaz Shilk, portavoce ufficiale del Hizb ut-Tahrir gruppo integralista islamico attivo in Turchia. Che attacca: «Il dittatore del Vaticano ha dato prova attraverso le sue dichiarazioni sul profeta e sul Jihad di voler offenderlo, ribadendo così l'odio dei capi occidentali miscredenti contro l'Islam e i musulmani». Oltre a criticare il governo di Ankara per l’invito al Papa, Hizb ut-Tahrir minaccia: «Benedetto XVI deve sapere che i musulmani taglieranno le lingue a chi parla troppo sul loro Signore e sulla loro religione. Il Papa deve solo avere un po’ di pazienza: gli eserciti del Califfato liberato per il Jihad sulla via di Allah cercheranno il martirio per conquistare Roma in modo da realizzare quanto annunciato dal profeta».