Venier buonista, Malgioglio amaro

Le due facce dell’esilio forzato. Una Mara Venier ultrabuonista in vena di perdono globale e un Cristiano Malgioglio ora amareggiato ora incattivito sono stati i primi ospiti di Conversando, la rubrica di Maurizio Costanzo che ieri ha chiuso la prima puntata della nuova Buona Domenica. La Venier, esclusa dalla conduzione di Domenica In, ha definito il suo rapporto con il direttore di Raiuno, Fabrizio Del Noce, «come quello tra due fidanzati che ogni tanto litigano». «Non è più tempo di polemiche» ha aggiunto Mara, di fronte alle precise richieste di Costanzo: «Come mai non ti hanno rinnovato il contratto? E perché ha cambiato solo te?». E ha poi ammesso sempre sorridendo: «Tra Giletti e Baudo, preferisco Pippo».
Cristiano Malgioglio se l’è invece presa con i giornalisti: «Perché mi avete maltrattato? Ci sono rimasto male per come mi ha trattato la Rai. Sono stato io a chiedere di sciogliere il contratto». Si è quindi rivolto al consigliere Sandro Curzi: «Ha detto che io in Rai avevo le mani dappertutto, ma tutte le trasmissioni in cui sono passato, hanno avuto grazie a me un successo incredibile». Malgioglio si è congedato lanciando un appello al direttore generale della Rai: «Chiedo a Cappon un appuntamento, se mi può ricevere».
Infine una breve apparizione di Flavia Vento, un po’ imbarazzata di fronte alla macchina della verità.