Vent’anni da onorevole e il vitalizio è super

D’accordo, venti anni e più trascorsi sugli scranni della politica, tra Camera e Senato, sono un buon segmento di esistenza. Però a eletti come Giovanni Pellegrino, Ferruccio Pisoni, Luigi Rossi di Montelera, Raffaele Russo e altri hanno portato una pensione proprio ragguardevole, da qualunque punto di vista la si guardi: diciamo superiore, in ogni caso, agli 8000 euro. Sono i «nobili» della casta politica, i capitani di lungo corso, ma non poi così lungo se raffrontato agli oltre 30 anni contributi che un artigiano, per esempio, deve mettere insieme per ricevere molto meno. Nella puntata di oggi presentiamo un’altra bella infornata di pensionati «haut de gamme» (totale: 2200 beneficiari). Per ciascuno è riportato cognome, nome, anni di contributi versati, importo lordo dell’assegno e ramo del Parlamento: C per Camera, S per Senato.