Ventaglio, Palamon lascia

Interrotta la trattativa in esclusiva, il gruppo apre ad altri investitori

da Milano

Viaggi del Ventaglio ha concordato di interrompere la trattativa con il gruppo di private equity Palamon Capital Partners e ha riaperto tavoli di discussione, che erano rimasti sospesi, con altri investitori ancora interessati.
Scaduti i termini dell'esclusiva, la decisione di mettere fine al negoziato è stata presa «anche in ragione del mancato completamento del lavoro di due diligence in tutte le sue parti, tra le quali quella legale», come spiega una nota del gruppo in difficoltà finanziarie.
L'ingresso di Palamon una settimana fa sembrava dovesse avvenire senza intoppi entro i termini dell'esclusiva, che è scaduta lunedì scorso. Il fondo di private equity, sempre secondo questa fonte, doveva acquisire il 30-40% del capitale, con un versamento nelle casse del Ventaglio «fino a 40 milioni», e senza essere costretto al lancio dell'Opa sulla base all'articolo 106 del Testo unico della finanza, che esenta da questo obbligo le operazioni che avvengano con finalità di salvataggio di una società in crisi. In novembre scade l'ultima tranche di obbligazioni (55 milioni) emesse dal Ventaglio, ma l'esposizione finanziaria complessiva registra un altro centinaio di milioni. Il titolo ha segnato più 0,15% ieri in Borsa.