Ventaglio punta sul nuovo partner

da Milano

«Ridimensionata» la trattativa con Eurofly per la cessione di Livingston, che proseguirà senza esclusiva, Viaggi del Ventaglio (più 0,13% ieri in Borsa) intende concentrarsi nella ricerca di un partner che lo aiuti a risolvere la crisi finanziaria, e la presenza nel gruppo di un asset strategico come una compagnia aerea può rendere più interessante l’investimento. I colloqui non mancano. Proseguono con il fondo Palamon, con il quale si erano arenati alcune settimane fa; l’intermediazione è di JP Morgan, con l’assistenza di Mediobanca. Sono in corso anche con Bank of America, il cui progetto finanziario sarebbe gradito a Unicredit, che rinegozierebbe il proprio stock di crediti; new entry nei colloqui l’advisor finanziario Bhn. Resta l’interesse del gruppo turistico spagnolo Globalia, proprietario tra l’altro di Air Europa, ma è fortemente condizionato da un’eventuale revisione del modello di business del Ventaglio e da un passo indietro di Bruno Colombo dal vertice del gruppo, elementi questi che hanno costituito un impasse anche con Palamon. Per Globalia, gruppo non quotato, un’eventuale acquisizione costituirebbe anche una scorciatoia verso la Borsa. Nel caso in cui Colombo decidesse di farsi da parte dalle cariche operative, come suo successore viene ipotizzato Andrea Tomei, ex Alpitour.