Ventenne pestata e rapinata all’uscita dalla discoteca

Era andata in discoteca, è finita all’ospedale. Ha finito di ballare, ma al momento di tornare a casa è stata aggredita e rapinata. Porobabilmente da una banda di delinquenti capeggiata da una donna. Vent’anni e solo tanta voglia di divertirsi avevano spinto una ragazza genovese ad andare a ballare in una discoteca di Molassana, al «Ghost» di via Piacenza. Ma domenica mattina ha vissuto un’esperienza terribile.
L’episodio è avvenuto verso le cinque. La giovane, appena uscita dal locale, è stata aggredita da una donna. Una sconosciuta che l’avrebbe attaccata senza apparente motivo. Lei si è difesa, ha cercato di respingere questa donna, ma proprio in quel momento sono intervenuti, alle sue spalle, alcuni giovani sconosciuti. Questi le hanno strappato la borsa e poi sono fuggiti a piedi insieme alla donna nelle vie vicine alla discoteca.
Soccorsa e accompagnata al San Martino, la ventenne è stata medicata al volto e a una mano. Ha riportato un trauma cranico e facciale oltre a escoriazioni. Dieci giorni, la prognosi stilata dai medici su un referto che è stato subito acquisito dai carabinieri della stazione di Nervi. dove la vittima si è presentata la mattina successiva per completare la denuncia.
Secondo quanto riferito ai militari, la donna che l’ha aggredita ha agito senza timori, senza neppure cercare di corpirsi il volto e questo potrebbe essere un elemento decisivo per il riconoscimento. Nella borsa che i giovani le hanno strappato la ventenne aveva soltanto i documenti personali e dieci euro. I carabinieri stanno ora cercando di risalire all’identità degli aggressori e di verificare se si siano verificati altri episodi analoghi.