Ventenne ucciso con 10 coltellate nel parco cittadino

da Padova

Ucciso con dieci coltellate, il fendente mortale al collo. È morto così a Padova nella notte tra domenica e lunedì Giuseppe Cusin, 20 anni, residente in città e figlio di un consulente informatico. Un passante che portava a spasso il cane lo ha trovato intorno alle 7 e 30 del mattino di ieri sul ciglio di un canale di scolo, nel parco delle Farfalle. Il parco, in zona Mortise, alla periferia della città, di notte è frequentato da spacciatori di droga e tossicodipendenti. La vittima aveva ancora in tasca il portafoglio con il denaro, e per questo i carabinieri hanno escluso il movente della rapina. Al momento la pista privilegiata dagli inquirenti è quindi quella di una lite per questioni di droga: il ragazzo era stato arrestato due anni fa, quando era ancora minorenne, perché trovato con 26 grammi di hashish. Altri 3 grammi erano stati trovati a casa sua in una successiva perquisizione, e per questo era rimasto per alcune settimane agli arresti domiciliari. I carabinieri sospettano di uno spacciatore di origine serba: vicino a casa sua sono stati trovati indumenti sporchi di sangue, che verranno analizzati. L’uomo è irreperibile ma gli inquirenti ieri sera hanno interrogato i suoi familiari.