Via Venti: lavori bloccati

«Da poco sono stati ultimati i lavori che hanno visto il risanamento conservativo dei soffitti relativi al civico 28 del porticato di Santo Stefano e della pavimentazione relativa ai civici 30 e 32, degradata al punto da richiedere a tratti il rifacimento totale, e che hanno riportato allo splendore originario mosaici e affreschi, con l'approvazione di cittadini e commercianti di via XX. Ora il lavoro non può fermarsi, mancano tratti di marciapiede e Ponte Monumentale. L'amministrazione comunale deve rendersene conto e rinnovare la convenzione scaduta». A parlare è Giancarlo Bonifai presidente del consorzio «Via Giulia e Piccapietra 1904 - 2004», lo stesso consorzio che ha svolto azione promozionale per il ripristino di via Venti senza oneri per il Comune ed elaborato il progetto per il recupero strutturale del Ponte Monumentale.
«È un delitto lasciare l'opera incompiuta - spiega Lorenzo Romis, vice presidente del consorzio -. Ed è per questo che chiediamo l’interessamento del Comune. Siamo bloccati dalla burocrazia e impantanati tra i ponteggi». Il sindaco Marta Vincenzi tende la mano: «Martedì incontreremo il consorzio per studiare un’ipotesi di intesa. Andiamo avanti chiarendo ruoli e prosppettive», tranquillizza il sindaco. Ma la preoccupazione e la rabbia rimangono: «Se non arriveranno risposte concrete dovremo smontare le impalcature che fasciano il Ponte e dire addio al suo recupero- conclude Romis- Pensare che tutto poteva essere pagato con i ricavi dei cartelloni pubblicitari».