Ventidue anni di lotta e governo

18 aprile 1984
Nasce la Lega autonomista lombarda
14 giugno 1987
La Lega entra in Parlamento (Giuseppe Leoni alla Camera, Umberto Bossi al Senato)
16 dicembre 1991
Bossi è colpito da un’ischemia
14 novembre 1992
Il leader padano ipotizza la «rivolta armata»
10 novembre 1993
Tangentopoli, primo
avviso di garanzia al leghista Leoni
20 dicembre 1993
Bossi è indagato per violazione della legge sul finanziamento ai partiti
Gennaio 1994
La Lega stringe l’alleanza con il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in occasione delle elezioni politiche
10 aprile 1994
La Lega arriva a Palazzo Chigi
22 dicembre 1994
Bossi lascia la maggioranza di centrodestra, cade il Berlusconi I
24 luglio 1995
Bossi parla per la prima volta di «secessione della Padania»
28 ottobre 1995
Bossi viene condannato a otto mesi per la maxitangente Enimont
13 settembre 1996
Per la prima volta la Lega celebra la cerimonia dell’ampolla sul Po
25 maggio 1997
Referendum sull’indipendenza della Padania
Novembre 1997
Si insedia il Parlamento del Nord
16 ottobre 1999
Il leader austriaco populista Haider è ospite di Bossi a un comizio
5 dicembre 1999
Cinquantamila leghisti «marciano» su Roma per la «devolution»
9 dicembre 1999
Bossi elogia Berlusconi, il riavvicinamento tra i due è ormai ufficiale
11 giugno 2001
La Lega torna al governo, Bossi giura come ministro delle Riforme
11 marzo 2004
Bossi, ricoverato per scompenso cardiaco, resterà quasi un mese in coma
6 marzo 2005
Prima apparizione pubblica del Senatùr a Lugano dopo la malattia
10 aprile 2006
La Lega ottiene il 4,58% alle elezioni politiche