Ventimiglia, la Cdl punta su Scullino per la riconferma

Cinque in corsa per il sindaco Urne aperte anche a Bordighera

Cinque candidati sindaco, tredici liste, 260 candidati consigliere. Questi i numeri per le elezioni a Ventimiglia, unico comune della provincia d'Imperia con più di 15mila abitanti al voto. Il sindaco uscente Giorgio Valfrè, avendo ricoperto la carica per due mandati, non si può ripresentare. Il centrodestra è così rappresentato da Gaetano Scullino, 59enne ex vicesindaco, che da quando è bambino sogna di divenire sindaco. Scullino è sostenuto da tutti i partiti della Cdl, Lega compresa.
Il centrosinistra è guidato dal candidato sindaco Pietro Raschiotti, appoggiato dall'Ulivo con Ds e Margherita insieme, da una sua lista personale e da Rifondazione. Architetto di 55 anni con la passione per la vela e le maratone, Raschiotti in passato ha già avuto esperienza in consiglio comunale con il Pci e con il Pds. Tutta particolare la candidatura di Gianluca De Lucia, consigliere uscente di Forza Italia, che ha deciso di presentarsi da solo (è sostenuto da due liste civiche) in difesa dei ventimigliesi che ogni giorno varcano il confine per andare a lavorare in Francia o a Monaco. Completano il quadro dei candidati sindaco Roberto Corsaro (Insieme per Ventimiglia), dirigente scolastico di 65 anni e Francesco Bascianelli, che ha messo in piedi la sua candidatura in soli 12 giorni, titolare di una storica scuola guida (lista Forza Ventimiglia).
Al voto nell’estremo ponente ligure andrà anche Bordighera. A contendersi la poltrona di primo cittadino ci sono il sindaco uscente Giovanni Bosio di Forza Italia, sostenuto da tuta la Cdl, l'indipendente Marco Farotto, attuale consigliere d'opposizione, l'esordiente Pietro Paolo Guglielmi per il centrosinistra e Franco Biamonti della Democrazia Cristiana.