Ventimiglia, un tir cisterna perde oltre 500 di litri di gasolio in strada

Una grossa fuoriuscita di gasolio ha provocato grossi disagi al traffico veicolare a Ventimiglia. Il fatto è accaduto ieri sul piazzale dell’ex dogana di Roverino, dove oggi c’è un supermercato Lidl, in corso Limone Piemonte. Un autoarticolato che trasportava gasolio ha urtato lo spigolo di un muro, causando una falla nel serbatoio e perdendo circa 500 litri del carico.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che con materiale assorbente hanno arginato il liquido fuoriuscito, impedendo che, attraverso i tombini, raggiungesse il fiume Roja. Il gasolio rimasto nella cisterna è stato poi travasato su un altro automezzo. Contemporaneamente sono arrivati anche tecnici del Comune e dell’Arpal, l’Agenzia regionale per l’ambiente.
L’allarme è scattato, intorno alle 8, quando l’autotrasportatore che si trovava in via Tenda, si è accorto della perdita. A quel punto si è subito spostato verso il piazzale, dove il tir si è fermato. I soccorsi sono stati molto difficili anche per evitare che il gasolio si infiammasse.
I Vigili del Fuoco hanno utilizzato un carico di «seppiolite», materiale utilizzato per bonificare le aree interessate da questo tipo di perdita.
L’operazione è andata avanti fino a pomeriggio inoltrato. In questi casi, sottolineano gli esperti dei vigili, è fondamentale intervenire in tempo e risolvere del tutto il problema per evitare che lo sversamento riesca in qualche modo a espandersi inquinando le falde acquifere. Per cui soltanto quando la «seppiolite» ha esaurito completamente la sua funzione si può ritenere di aver bonificato l’area interessata senza creare danni di altro tipo.