Ventitremila biglietti per l’esodo doriano nella Capitale

Domenica sera c'è il derby, eppure tra i tifosi della Sampdoria sale già la febbre per la finale di Coppa Italia. La Lega Calcio ha finalmente comunicato le modalità di acquisto dei biglietti per la sfida del 13 maggio. I tifosi doriani si preparano ad un esodo di massa, per una finale «in campo neutro» a Roma contro la Lazio, che si giocherà di fatto in trasferta. Saranno circa 23.000 i tagliandi a disposizione dei blucerchiati, per curva Sud e tribuna Monte Mario. La vendita scatterà mercoledì prossimo, 6 maggio, alle 10, presso tutte le ricevitorie abilitate Lottomatica, compresi Sampdoria Point e Federclubs, ad eccezione della sola zona di Roma. I biglietti si potranno anche acquistare via internet, collegandosi al sito www.listicket.it, oppure attraverso un call center al numero telefonico 892982 (solo per la tribuna Monte Mario). Prezzi accessibili: 15 euro per la curva, 60 per la tribuna laterale, 100 per la tribuna centrale.
Intanto la squadra di Mazzarri si prepara alla stracittadina. È tornato in gruppo il «golden boy» Marilungo, che ha recuperato dalla febbre. Squadra al completo, o quasi, per il grande appuntamento, che rappresenterà proprio una sorta di prova generale in vista del match con la Lazio. Domenica sera i due presidenti saranno vicini in tribuna: ieri Riccardo Garrone ha accettato l’invito rivoltogli da Preziosi. Oggi, nel pomeriggio, è prevista anche la visita di Giampaolo Pazzini al trofeo Ravan.
Una sfida, quella di domenica, che si annuncia quanto mai difficile, per la Sampdoria, che dovrà giocare contro tutti. Contro il Genoa più forte degli ultimi anni, contro uno stadio per tre quarti (e forse qualcosa di più…) colorato di rossoblù. E persino contro le quote dei bookmaker. Già, perché secondo le agenzie di scommesse è la squadra di Gasperini ad avere maggiori probabilità di vittoria. Ieri sono uscite le quote di Betfair.it, che pagano il successo dei rossoblù 2,34 e la vittoria dei blucerchiati 3,5 (il pareggio è dato a 3,3). Insomma, Cassano e compagni partono sfavoriti, agli occhi degli esperti. E forse per questo saranno ancora più caricati, alla caccia di un colpo capace di riscattare una stagione - almeno in campionato - luci e ombre.