Vento e incidenti in Liguria. Una vittima

Il maltempo e soprattutto il freddo sono arrivati sulla Liguria come da previsioni. E ieri in particolare le forti raffiche di vento hanno creato qualche disagio a chi viaggiava in auto e hanno fatto scattare molti interventi dei vigili del fuoco per piante sradicate, infissi, cornicioni e insegne pericolanti. Molte segnalazioni in particolare nel Ponente, a Imperia, sia in città sia nei comuni limitrofi, e a Savona.
Nella notte ha nevicato sulla Savona-Torino ma la viabilità non ha subito particolari disagi. Anche il mare è stato mosso in tutto il bacino ligure ma senza creare particolari problemi alla navigazione.
Bisognerà insomma aspettare lunedì e in particolare l’inizio del nuovo anno per un miglioramento delle condizioni atmosferiche in Liguria. Fino a quei giorni, infatti, sono previste temperature in graduale ripresa, ma ancora forti raffiche di vento, mare mosso e rischio di qualche gelata nell’interno.
E le forti raffiche di vento potrebbero essere una delle cause del grave incidente avvenuto la notte scorsa alla Spezia, dove è morto Davide Leanza, un diciannovenne che viaggiava in auto con due amici. Da una prima ricostruzione, i tre avevano trascorso la serata insieme, quando di rientro a casa per cause ancora in via di accertamento il conducente dell’auto una Citroen Saxo, rimasto lievemente ferito insieme a un altro passeggero, ha perso il controllo del mezzo che si è cappottato. Il giovane, che era seduto nel sedile posteriore è rimasto incastrato nella vettura ed è morto sul colpo. La vettura ha centrato prima un furgone parcheggiato poi è uscita di strada, cappottandosi su alcuni mezzi in sosta nella strada sottostante, via Montegottero.
Davide Leanza aveva trascorso la giornata del Natale in famiglia e poiché si apprestava a partire per il Capodanno, per andare a trovare l’anziana nonna, dopo la cena aveva deciso di uscire e salutare gli amici più cari. Al momento dell’incidente si trovava con due di loro, rimasti illesi. Inutili tutti i tentativi dei soccorritori di rianimarlo.