Vento a Genova

Vento a Genova
a Edoardo Sanguineti
e a Renzo Piano
u' il vento sventola nastri di strade
e ai balconi di pietra che si serra
grezza imbreccita sprimaccia la piazza
è paese il mio sì quasi come
Cagliari Istanbul Atene Marsiglia
ma il vento a Genova non va a vapore
cuce acqua a pietre richiude porte
a Palazzo Ducale fa il severo
sposta sul quadro l'idea di vento
con diti fatui su lastre di selce
schizza scintilla su reti di micce
ma al verzicar dell'alba a strade zitte
detesse il morbido grido di Rilke
sfuggito ai serafini e agli altri cori
per farne fil di seta ai gelsomini
ai glauchi glicini delle Riviere.

UGO PISCOPO, nato a Pratola Serra (AV) nel 1934, vive a Napoli. Studioso di letteratura e di arte d'avanguardia, è traduttore e consulente editoriale. Ha pubblicato: Catalepta, 1963; E, 1968; Jetteratura, 1984; Quaderno a Ulpia la ragazza in mantello di cane, 2001; Haiku del loglio e d'altra selvatica verzura, 2002.