Vento, ghiaccio e neve mettono la Liguria in ginocchio

(...) il freddo. L’autostrada si è bloccata alle 9.30 come racconta Irma Parmeggiani, «all’altezza di Isola del Cantone, provenendo verso Genova, non ci siamo più mossi. Fermi per ore sotto una nevicata molto fitta e soprattutto, senza che nessuno ci spiegasse cosa stava accadendo». Quello che succedeva a pochi chilometri da loro era un fermo causato dai mezzi pesabnti bloccati dalle cattive condizioni del fondo stradale: tir di traverso in mezzo alla carreggiata che hanno dovuto attendere i soccorsi tecnici per rimettersi in corsa. Nel frattempo, però, denunciano gli automobilisti rimasti incastrati nell’ingorgo, nessuno ha avuto la premura di far sapere cosa stava succedendo: «Neanche Isoradio segnalava il blocco- racconta Parmeggiani-: diceva solo che questo tratto di autostrada rimaneva interdetto ai mezzi pesanti per la neve. Abbiamo chiamato per spiegare il caso ed evitare che altri finissero nella nostra situazione: non c’è stata data attenzione». Nel frattempo in molti hanno cercato di avvisare la stradale anche perché diversi anziani bloccati in macchina, dopo qualche ora, cominciavano a riscontrare problemi, «anche la polizia è stata molto evasiva- continua-. Ci è stato risposto che sarebbe intervenuta la Protezione civile con pasti caldi ma non abbiamo visto nessuno».
Quella di ieri è stata una giornata di emergenza per tutta la regione. Le nevicate intense sono cominciate nell’entroterra e in diverse delegazioni di Genova e Savona già nella prima mattinata. A Genova la neve ha smesso di scendere già nel primo pomeriggio, mentre nell’entroterra ha proseguito fino a sera. In Val d’Aveto si è abbattuta una forte bufera di neve con tramontana che ha superato i 100 chilometri all’ora. Chiuso il passo del Tomarlo, mentre a Santo Stefano sono caduti 60 centimetri di neve con temperature di -8 gradi.
Una ragazza di 21 anni è morta la scorsa notte in un incidente stradale a Savignone. La giovane era a bordo di un’auto condotta dal fidanzato, rimasto ferito in modo grave: la macchina è sbandata per la forte nevicata uscendo di strada. Soccorsa e trasferita in ospedale a Genova è morta poche ore dopo il ricovero. A Bordighera un’ambulanza è rimasta bloccata in mezzo alla neve per oltre cinque ore con un’anziana paziente diretta a una clinica di Novara per un’operazione chirurgica.
La neve ha interessato anche il ponente: isolata Balestrino, nel savonese. Situazione difficile in Valbormida. I problemi sulle autostrade su A7 e A26 dove per parte della giornata è stato interdetto il traffico ai mezzi pesanti, mentre al confine di Ventimiglia sono stati bloccati 700 tir sistemati tra l’autoporto e il parco ferroviario. Problemi di viabilità anche sulle alture del capoluogo ligure. Amt ha dovuto sospendere il servizio di otto linee a causa del ghiaccio o per la caduta di alberi sulla sede stradale. Bloccati i collegamenti tra Sampierdarena e Fregoso, in tutta la zona intorno a Voltri e sulle colline della Valpolcevera. Nelle stesse zone Amiu ha lavorato con sette mezzi spargisale, mentre il Comune ha deciso di chiudere al transito la strada per Scarpino. Si è transitato con catene sulle provinciali della Val Trebbia, Scrivia e Sturla.
Blackout elettrico al monoblocco del San Martino con una interruzione di corrente che non ha causato disagi alle sale operatorie. L’interruzione dovuta ad un guasto alla centrale di Vado che ha lasciato senza corrente a macchia di leopardo le province di Savona e Genova.