Ventura: "Mi ributto sull’Isola e prometto uno show pacifico"

Tra i concorrenti dieci Vip e sei persone comuni. "Hanno belle storie da raccontare". Malgioglio? "Ha pagato già duramente e in Honduras potrà anche raccontare la sua vicenda"

Ormai più che il reality dell’Isola, è divertente raccontare il reality del reality dell’Isola. Cioè, la prova a ostacoli che si è svolta nei corridoi di viale Mazzini sullo show dei naufraghi, che, a sua volta, fa parte di quel reality più vasto in onda da un anno e intitolato «nomine ai vertici Rai». Per farla breve, l’Isola, indicata - soprattutto a sinistra - come simbolo dei programmi trash che non dovrebbero andare in onda sulla Tv pubblica, prima è rimasta orfana della sua conduttrice storica (quando Simona Ventura annunciò il passaggio a Raiuno poi naufragato a causa di un Colpo di genio), poi è restata appesa a un filo perché il Cda Rai non approvava il contratto. Alla fine delle girandole, Simona è tornata sui suoi passi e i vertici aziendali hanno accettato di mandare in onda un programma con la raccomandazione di toni meno sguaiati.

Così, ieri mattina, alla Terrazza Martini di Milano, al tavolo della conferenza stampa erano seduti ancora i tre fondatori del reality: la conduttrice Ventura, il direttore di rete Antonio Marano e il produttore Giorgio Gori della Magnolia. Sulla quinta edizione (che comincia domani sera su Raidue alle 21) c’è poco da aggiungere alle indiscrezioni già pubblicate sui giornali durante l’estate. La novità riguarda l’identità delle sei persone comuni (di cui riportiamo a fianco foto e schede) che vanno ad aggiungersi ai dieci famosi e che, a rigore, dovrebbero far modificare il titolo del reality in «L’Isola dei famosi e non...». L’ingresso di persone comuni è uno dei motivi per cui la Ventura è stata contenta di tornare. «Penso che sarà un’edizione molto bella - ha detto la showgirl - perché c’è un cast fantastico, sia tra i dieci famosi sia tra i non noti, che hanno belle storie personali da raccontare e che rappresentano la vita vera. Il mio compito sarà quello di permettere un confronto vivace tra di loro, però basato sulla tolleranza». E a chi sottolinea che, in sostanza, l’Isola diventa per metà Grande Fratello, lei ribatte: «Sono totalmente diversi: da noi si devono superare vere prove di sopravvivenza, al Gieffe stanno chiusi in una casa e hanno tutti i comfort. E nessuno dei nostri protagonisti ha voluto partecipare per cercare scorciatoie per il successo». Questo lo si vedrà. Quanto ai famosi, l’elenco è noto e raggruppa personaggi la cui fama è incerta, altri che tentano una riscossa, altri in cerca di nuovo lavoro. E che, così sulla carta, non sembrano certo votati alla «tolleranza».

A suscitare più discussione è Cristiano Malgioglio, ostracizzato dalla Rai dopo le vicende di Vallettopoli. E, quando si sente dire dalla Ventura che Tv e media dovrebbero riflettere dopo casi come quello delle due gemelle di Garlasco (che aspiravano a fare le veline e che hanno truccato le foto con la cugina morta per apparire dappertutto), c’è qualcosa che stride. «Cristiano - risponde Simona - ha pagato duramente pur non avendo mai avuto nessuna imputazione a suo carico: è stato cacciato per due anni. È un grande professionista e penso che sull’Isola abbia modo anche di parlare della sua esperienza». Passiamo agli altri. Coco, dopo aver lasciarto il calcio, è il primo della lista di quelli in cerca di una nuova vita. «Non è stato facile convincerlo - sorride la Ventura -. Per lui, così abituato alla bella vita, sarà difficile affrontare la fame, le privazioni e gli insetti». Paul Belmondo è noto solo per essere figlio di Jean-Paul; Nicola Canonico, il bello della situazione, è conosciuto al pubblico delle fiction come Orgoglio; poi ci sono l’attrice Debora Caprioglio; il “pentito“ (nel senso che dopo aver criticato i reality, ha deciso di prendere parte a uno) Alessandro Cecchi Paone; la scatenata Lisa Fusco, attrice comica napoletana; la soubrettina Debora Salvalaggio; la ben più nota soubrettina Miriana Trevisan (dalla Corrida a Striscia, ha attraversato quasi tutte le trasmissioni) e Manuela Villa, figlia del grande cantante. Tutti avranno a disposizione un po’ più di cibo rispetto allo scorso anno, quando i chili persi erano stati un po’ troppi. Per chi vuole, si può seguire l’Isola anche su Sky Vivo, Internet (sito Rai), Fastweb, i telefonini Tim e 3 e c’è pure l’esperimento di Second Life, isola virtuale in cui si può vivere come i concorrenti che stanno in Honduras.