Ventura «Non gareggiamo con il Grande Fratello»

L’appuntamento è per lunedì in prima serata su Raidue: riparte per tredici settimane «X Factor», il talent show che l’anno scorso ha lanciato autentiche rivelazioni come gli Aram Quartet e, soprattutto, Giusy Ferreri. La squadra è la stessa. Innanzitutto il direttore di Raidue, Antonio Marano, uno dei pochi che realmente si è battuto per riportare (e difendere) la musica in tv. E poi il conduttore, Francesco Facchinetti, che secondo Marano «ha avuto una crescita impressionante». Infine i giudici. Mara Maionchi guiderà i gruppi vocali: The Bastard Sons of Dionisio, Farias, Sinacria e Sisters of soul. Morgan (aiutato dal vocal coach Andrea Rodini, un autentico talento anche lui) ha selezionato gli «over 24»: Matteo Becucci, Noemi, Enrico Nordio e Elisa Rossi. E Simona Ventura guiderà gli «under 24»: Serena Abrami, Ambra Marie Facchetti, Daniele Magro e Giacomo Salvietti. Le richieste di partecipazione al talent show sono state oltre 40mila, oltre ventunmila i provini spediti alla produzione, tre mesi di casting, tredicimila canzoni ascoltate. Insomma, questo show prodotto dalla Magnolia di Giorgio Gori è stato un trionfo e si candida ad essere uno degli eventi dell’anno televisivo, capace di confrontarsi con «Amici» di Maria De Filippi e con il «Grande Fratello».
Parlando di quest’ultimo, Simona Ventura dice: «È come parlare di Davide e Golia. Non ci può essere gara, quello è un reality con 10 anni alle spalle, noi un talent show al secondo anno». PG