Veolia in evidenza a Parigi

L’attesa per le prossime decisioni della Fed sui tassi di interesse ha tenuto lontani gli operatori a New York con i tre indici principali che si sono consolidati sui livelli di venerdì. Ancora di scena Ford, che arretra di oltre il 3% per la delusione degli operatori alla pubblicazione del piano di ristrutturazione del gruppo. In positivo il titolo Freescale Semiconductor (più 6%), grazie alla vendita del pacchetto di maggioranza al fondo Blackstone Group. Al Nasdaq in crescita del 3% Rambus, mentre cala del 2% Sun Microsystem. Deboli le principali piazze europee. Ancora fluttuazioni a Francoforte del titolo Man, che perde oltre il 5% al rifiuto dell’acquisto della svedese Scania, che invece guadagna quasi il 6%. Sulla piazza tedesca positivi i colossi E.On e Rwe. Titoli dell’auto in calo a Parigi, mentre crescono Schneider (più 3%) e Veolia (più 2,6%). A Londra di nuovo in auge i minerari, mentre cedono le banche, con Hbos e Barchlays in calo dell’1,4 per cento.