Veolia scivola a Parigi

I dati economici negli Usa e i timori di nuove strette monetarie hanno vanificato le aspettative di un rafforzamento delle quotazioni azionarie a New York che chiude in calo il bilancio settimanale. A movimentare i listini anche le vicende del comparto informatico, con Oracle in crescita del 4%, mentre cede Microsoft intorno al 1%, all’annuncio che il fondatore Bill Gates lascerà la guida del gruppo nel 2008. Incerto l’andamento degli altri titoli del Nasdaq, con RF Micro che arretra del 4,3% e Atmel del 3%. Senza esito i tentativi di recupero degli azionari in Europa. Di nuovo sotto pressione a Londra le azioni minerarie e, tra le poche voci in controtendenza, Marks & Spencer, recupera il 3,5%. I rumors di un nuovo futuro assetto azionario di Endemol hanno fatto scattare la quotazione del titolo che ad Amsterdam guadagna il 5,3%. Debutto in rialzo a Parigi per Adp (più 3,4%), mentre la mancata fusione con Vinci ha penalizzato Veolia (meno 1,8%).