La vera storia di Robin Hood eroe dei poveri

Robin Hood e la Foresta di Sherwood è uno dei pezzi pregiati messi in scena dalla compagnia marionettistica Gianni e Cosetta Colla. Il teatro dell’esposizione è sempre la preziosa Quattordicesima, un piccolo pezzo di storia artistica milanese che merita di essere ammirato per la tenacia con la quale propone un genere dal sapore particolare, legato alla nostra infanzia e, per questo, tanto caro. Uno spettacolo nello spettacolo perché i sei protagonisti umani che interagiscono con le marionette stanno per mettere in scena le gesta del famoso ladro gentiluomo che ruba ai ricchi per dare ai poveri.
La compagnia si ritrova all’interno di una foresta magica, dove alberi millenari sono pronti a svelare la vera leggenda di Robin Hood. È infatti la Vecchia Quercia della Foresta di Sherwood, dotata di poteri soprannaturali, a offrire un prezioso aiuto al nostro eroe. L’adattamento per le marionette, diretto da Cosetta Colla, è il frutto di un intenso e approfondito studio portato a termine dalla collaborazione di Stefania Mannacio Colla, la nipote del fondatore della compagnia, con Luca Passeri, attore, marionettista e in questa occasione anche drammaturgo.
La Compagnia non ha voluto, nella trasposizione, far perdere la natura inglese della storia, rendendo omaggio al folclore britannico con incursioni sia in musiche antiche sia tra le note dei Pink Floyd. Rispetto alla leggenda originale, si è attinto a letture e versioni di altri autori con un occhio anche al grande schermo. E se siete tra quelli che già hanno visto lo spettacolo, val sempre la pena ritornarci anche perché, come in una sorta di work in progress, potrete divertirvi a scoprire se ci sono stati dei ritocchi alla sceneggiatura.
Robin Hood

e la foresta di Sherwood
Teatro della Quattordicesima
Fino al 6 gennaio, ore 15.30
euro 14, 10, 8 e 7