Vercelli, al via la perizia sulla madre

Inizia il balletto di perizie e contro perizie per il caso della giovane mamma di Legnano, Elena Romani, accusata di aver ucciso con un calcio la figlia Matilda di 22 mesi. I nuovi incidenti probatori saranno eseguiti a partire da mercoledì prossimo. Questa mattina il giudice per le indagini preliminari assegnerà l’incarico ai due periti che dovranno eseguire le perizie, mentre la difesa della donna ha nominato i propri due tecnici. Gli incidenti probatori sono stati disposti per accertare la causa del decesso, comparare il livido trovato sulla schiena della bimba con la scarpa di Elena Romani che, secondo gli inquirenti, sarebbe stata usata per colpire Matilda e infine una perizia psichiatrica per verificare la capacità di intendere e di volere della donna. Intanto oggi la calzatura sequestrata nel garage della casa di Roasio, dove è accaduto l’omicidio, è stata consegnata al Ris di Parma.