Verdini e Fusi prosciolti dal gup «L’abuso d’ufficio non sussiste»

Niente abuso d’ufficio. Il gup del tribunale dell’Aquila, Romano Gargarella, ha prosciolto perché il fatto non sussiste il coordinatore del Pdl, Denis Verdini, e l’imprenditore toscano, Riccardo Fusi. I due erano accusati dai pm aquilani di tentativo di abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti per il G8 dell’Aquila e per la ricostruzione post-terremoto. L’inchiesta è una costola di quella della Procura di Firenze sul G8 della Maddalena e sui grandi eventi. Esultano i legali: «La soddisfazione è ovvia. Il fatto non sussiste perché il reato contestato era assente dai presupposti normativi».