«Vergognoso spero che si ravvedano»

da Roma

Onorevole Poletti, se l’aspettava un tal risultato?
«No, è imbarazzante, anzi vergognoso. Spero che ci sia un ripensamento seppure tardivo, se non altro perché molti colleghi mi promettono che provvederanno».
Anche alcuni gruppi che non hanno contribuito, annunciano che lo faranno presto, alla ripresa dei lavori. Del resto, è solo grazie ai gruppi che la colletta è lievitata.
«Sì, ma la somma raccolta è ancora troppo bassa, inadeguata. E poi, le pare che debbano essere i gruppi, a fare beneficenza? Almeno l’impegno di mettere la mano nella propria tasca... Non dico una giornata come hanno fatto i dipendenti della Camera, ma almeno mezza giornata potevano versarla tutti i 630 deputati».
Il suo collega Bernardo è più ottimista, dice che con una modalità di raccolta più semplice, gli onorevoli risponderanno in massa.
«Mi auguro che abbia ragione. Però, quando prima delle feste tutti arrivavano a Montecitorio carichi di pacchi dello shopping al Corso, potevano trovare 5 minuti per pensare a quei poveri operai».