«Verifiche periodiche e sempre prima di un viaggio» Cosa tenere sotto osservazione per evitare spiacevoli sorprese. Ecco i consigli dell’esperto

Estate, tempo di partenze e di controlli alla vettura. Per gli pneumatici, ecco i consigli di Paolo Marconati, responsabile tecnico di Yokohama: «Premettendo che il controllo dovrebbe avvenire almeno una volta al mese e prima di ogni lungo viaggio, verificate la loro pressione a freddo, compresa la ruota di scorta anche se è il ruotino. Le istruzioni nel manuale di uso e manutenzione del veicolo e le informazioni relative agli pneumatici nella carta di circolazione consentono il mantenimento della corretta pressione di gonfiaggio che non va mai ridotta quando le gomme sono calde. Ricordo, inoltre, che pietre, ghiaia e altri corpi estranei che riescono a introdursi nel battistrada a lungo andare possono danneggiare il fondo incavo e la struttura in acciaio dello pneumatico creando il rischio di scoppio. È necessario rimuoverli e controllare che non ci siano danni visibili. Attenzione anche alla valvola, soprattutto se ha parecchi chilometri alle spalle: fatela sostituire quando andate in officina considerato il suo risibile costo: poche decine di centesimi. Non utilizzare mai lo pneumatico e sostituirlo se il battistrada è consumato (il termine di legge è di 1,6 mm) fino all’indicatore di usura (indicato dai triangolini e la sigla TWI sulla spalla); appaiono strappi o bolle sui fianchi, classica conseguenza delle pizzicate sul marciapiede; è visibile la tela d’acciaio sul battistrada. Se poi, in caso di foratura, impiegate una bomboletta, consideratela una riparazione provvisoria, necessaria per percorrere i chilometri fino al gommista. Al di là poi di tutte le manutenzioni, bisogna sempre guidare con cautela soprattutto con condizioni meteorologiche e stradali avverse».
Gli pneumatici Yokohama sono comunque garantiti 60 mesi, eccezion fatta per i danni causati da fattori accidentali.