«VERISSIMO» TRA GOSSIP E LACRIME

L’aveva promesso giusto dieci giorni fa Paola Perego: «Lunedì mi vedrete in minigonna». Passa un giorno, passa l’altro, ma le sue (splendide) gambe le ha ostinatamente tenute coperte. Quasi sempre dai jeans. Deludendo i tifosi maschi di Verissimo, in vana attesa dell’evento. Che è anche uno dei pochi motivi validi per sorbirsi il contenitore di gossip in onda a metà pomeriggio su Canale 5. A dirla tutta, la bella Paola non aveva dato per certo il cambio d’abbigliamento. Anzi, l’aveva quasi buttata lì per frenare i bollori del molesto ospite fisso Alfonso Signorini, che aveva a lungo esaltato le estremità inferiori della bionda conduttrice: «Quando presentavi La Talpa le mettevi sempre in mostra». Un invito, a occhio e croce, strappato dal malizioso vicedirettore di Chi più per dovere professionale che per ansia personale. Comunque sia, di gambe nemmeno l’ombra. Della Perego, s’intende. Perché negli ampi servizi che il programma dedica al velinume, di cosce e dintorni c’è un’esposizione infinita. Eppure Paoletta nostra si picca di essere fortemente interessata a quel che succede nel mondo, non soltanto nella famiglia Carrisi o alle feste di Briatore. Tanto è vero, per non dire verissimo, che un altro suo partner stabile è Roberto Duval, promosso (o retrocesso?) da inviato tra i vip ad araldo di notizie. Qualcuno ci avrà fatto caso, la Perego irrompe in studio e dopo un breve preambolo recita: «Buongiorno al giornalista Roberto Duval, che ci darà le notizie fresche fresche». «Se arrivano...» è sbottato all’ultima puntata il sempre più perplesso rabdomante di primizie, evidentemente stufo di annunciare che “La Ciociaria insorge contro un concorrente del Grande Fratello” o altre imperdibili anticipazioni del genere. L’indomani dell’esordio del GF6 non poteva mancare una spruzzata di chiacchiericcio sulla Casa, che in effetti è stato ottimo e abbondante. Peccato che qualcuno in studio (!) e in disdicevole controtendenza rispetto a una larga fetta del popolo televisivo, abbia osato affermare che il Grande Fratello fa schifo. Come bestemmiare in chiesa. L’impudente reprobo è Davide Mengacci, che, chiamato a riferire le sue impressioni, ha detto papale papale: «È demenziale, vergognoso, una portinaiata». Riuscendo poi abilmente a rigirare la frittata davanti alle occhiate di fuoco della conduttrice, che lo ha congedato più sollevata: «Quindi il tuo è un giudizio positivo». A inondare di elogi (e di lacrime) le trasmissioni del gruppo ci ha pensato l’erede di Castagna a Strananore, la pettoruta Emanuela Folliero. Poverina, ancora intenta ad asciugare i lucciconi, non ha potuto sbellicarsi per la tenera solidarietà della Perego: «Io qui piango sempre quando facciamo un collegamento con un bambino picchiato». Verissimo.