La verità di Carlo su Diana «La vita con lei? Un inferno»

Il principe si confida con un amico e il racconto finisce sul «Sunday Express»: «Camilla mi ha dato forza»

Erica Orsini

da Londra

Adesso che è felice può anche ammetterlo: gli ultimi anni con Diana sono stati un maledetto inferno. Ha lo sguardo di un uomo finalmente sereno il principe Carlo d'Inghilterra da quando è riuscito a coronare la sua lunghissima e travagliata storia con la signora Camilla ex Parker Bowles ora duchessa di Cornovaglia. Tanto sereno che, secondo un suo intimo amico sentito ieri dal Sunday Express, ora è capace di prendere le distanze dal primo matrimonio che sembra averlo reso infelice e terribilmente depresso.
La fine dell'unione con Lady D l'ha anche trasformato in un uomo più completo, forse persino in un migliore futuro re, ma la verità che emerge al di sopra di ogni altra conclusione è sempre quella più difficile da confessare. L'ultimo periodo trascorso a fianco della principessa dei cuori è stato soprattutto una triste e lunga parentesi nella vita del primogenito di Elisabetta. Per gli appassionati del genere, a prima vista, non si tratta di nulla di nuovo. La storia tra Carlo e Diana - iniziata come una favola, troppo perfetta perfino per una famiglia reale che ormai deve stare al passo con i tempi - ha avuto risvolti di crudele infelicità.
Costellata di scappatelle extraconiugali da entrambe le parti, è finita ben presto in pasto ai media per concludersi con una separazione che più pubblica di così non si poteva. Tutto il mondo ricorda la magrezza di Diana e i suoi viaggi solitari senza più il marito accanto, le confessioni televisive dei vari tradimenti, i commenti sprezzanti di Carlo sul modo di vestire della moglie e le sconcertanti allusioni sessuali rivolte all'amante di sempre, Camilla. Se Diana non fosse morta come sappiamo, proprio mentre sembrava aver finalmente ripreso il controllo della propria vita, in quell'incidente d'auto a Parigi che ancora adesso è oggetto di un'inchiesta e continua ad alimentare numerose teorie del complotto, sicuramente Carlo avrebbe sposato Camilla molto prima dello scorso anno. E probabilmente sarebbe riuscito a fare i conti con il fallimento del suo primo matrimonio in modo meno traumatico. Perché alla fine, e qua sta la vera novità, sempre stando a sentire le rivelazioni della fonte del giornale, la persona che l'ha aiutato ad uscire dal tunnel è stata proprio la sua nuova «darling wife», attenta sostenitrice di ogni sua causa e fedele «spalla» in ogni occasione pubblica. Così, stare tra la gente non è più una tortura, «un inferno» per l'esattezza, com'era quando al suo fianco c'era Diana. «Il fatto è - ha spiegato il suo amico al tabloid - e il principe lo sa bene, che lui e Diana semplicemente non erano fatti per stare insieme». «Da questa unione però - ha aggiunto - sono nati due splendidi figli di cui l'erede al trono è sempre andato molto fiero e che continuano a sorprenderlo. Sia in William che in Harry ha potuto osservare un equilibrio sentimentale che gli sarebbe piaciuto per se stesso, quando aveva la loro età».